sabato 3 dicembre 2011

Athens, Still Remains: The Photographs of Jean-Franois Bonhomme


Athens, Still Remains: The Photographs of Jean-Franois Bonhomme
Jacques Derrida

Atene, Still Remains è un commento esteso su una serie di fotografie contemporanee di Atene dal fotografo francese Jean-Franois Bonhomme. Ma nel commento mani di Derrida ha sempre un modo di svolgimento, o meglio, sviluppando in molte direzioni inaspettate e reciprocamente illuminanti. Pubblicato la prima volta in francese e greco nel 1996, Atene, Still Remains è l'analisi più sostenuta di Derrida del mezzo fotografico in relazione alla storia della filosofia e la sua riflessione più personale su quel mezzo. Subito analisi fotografiche, saggio filosofico, e la narrazione autobiografica, Atene, Still Remains presenta una originale teoria della fotografia e getta una luce interessante sulla vita di Derrida e di lavoro. Il libro inizia con una sorta di istantanea verbali o aforisma che tormenta l'intero libro: ci dobbiamo a morte. Leggendo questa frase attraverso fotografie Bonhomme di entrambe le rovine dell'antica Atene e scene contemporanea di una ancora viva Atene che è anche nel suo cammino verso la rovina e la morte, Derrida interroga una tradizione filosofica che va da Socrate a Heidegger, in cui l'uomo-e in particolare il filosofo-è pensato per dovere fino alla morte, a un certo pensiero di morte o di comportamento in relazione alla morte. La combinazione di speculazioni filosofiche sul lutto e sulla morte, evento e la ripetizione, e il tempo e la differenza con il commento incisivo su fotografie Bonhomme e una narrazione di Derrida del 1995 viaggio in Grecia, Atene, Still Remains è una delle opere più accessibili, personale, e lo spostamento di Derrida, senza essere , per tutto ciò che, meno filosofico. Come ci ricorda Derrida, la fotografia, una parola eminentemente greco-significa la scrittura della luce, e si riunisce oggi in un singolo fotogramma contemporaneo domande circa l'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica e molto più vecchio domande sulla relazione tra luce, la rivelazione e la verità in altre parole, una intera tradizione filosofica che venne alla luce, all'ombra dell'Acropoli.

Nessun commento: